Baron Gautsch

Tra i relitti più famosi dell’Adriatico settentrionale c’è sicuramente il relitto della nave passeggeri Baron Gautsch, proprio di fronte a Rovigno. La nave passeggeri austriaca, costruita nel 1908, affondò nella miniera nel 1914. Trasportava membri della famiglia di ufficiali austriaci sulla rotta di Boka Kotorska-Mali Lošinj-Trieste. Nel desiderio di abbreviare il tempo di viaggio, la nave ha tentato di passare attraverso la miniera 9 nm al di fuori di Rovigno perché quella via era presumibilmente poco prima di lui, e ha passato una nave mercantile. Sulla pala, intorno al centro della nave, la barca toccò la yen mia e cadde in brevissimo tempo il 13.08. in occasione dell’anniversario del naufragio, le immersioni commemorative e l’abbassamento delle corone sono organizzate in onore delle vittime della più grande tragedia marittima della Prima Guerra Mondiale in Adriatico. L’immersione è possibile solo attraverso i centri di immersione con un’approvazione speciale del Ministero della Cultura di R. Croazia. L’ingresso nella nave è consentito solo attraverso i primi due ponti per motivi di sicurezza.

  • Distanza dal centro sub: 14 NM
  • Profondità massima: 39 m
  • Profondità minima: 28 m
  • Lunghezza: 89 m
  • Larghezza: 11,5 m